Domenica 10 Febbraio 2019 – PRESIDIO CONTRO IL C.P.R. – Ponte Galeria, Roma

riceviamo e diffondiamo:

È una mattanza.

Il colonialismo miete una quantità di morti che non siamo mai stax capaci di calcolare.

Se il massacro è stato per anni silenzioso (o sussurrato) alle nostre orecchie privilegiate ed europee, adesso i cadaveri arrivano fino alle nostre placide spiagge e si moltiplicano di anno in anno.
I morti di quest’anno appena iniziato sono già centinaia solo in mare. Il capitalismo colonialista stermina e avvelena una quantità di persone incalcolabile in ogni istante e in ogni parte del mondo. Da sempre gli individux e la terra pagano il prezzo di una crescita sfrenata dei consumi. In sostanza ci avveleniamo e avveleniamo il resto del mondo per possedere cose che a loro volta continuano ad avvelenarci.

Il prezzo più alto, in Europa, lo paga chi non ha il privilegio della bianchezza o di un documento valido in tasca. Infatti queste persone continuano a morire in frontiera, nei centri, nei ghetti e nelle strade.

Essere neutrali in situazioni di oppressione significa aver scelto la parte dell’oppressore

Se mai lo fosse stato, non è più tempo di stare calmx; rimanere sedutx di fronte ai nostri schermi significa essere complici di questa mattanza.

Abbiamo bisogno di nuove forme ed energie per lottare insieme, contrattaccare.

La lotta contro le frontiere nella città di Roma ha un appuntamento mensile per non lasciare sola chi è rinchiusa nelle gabbie per persone senza documenti. Parteciparvi ci può dare la possibilità di incontrarsi in un momento di lotta e scoprire insieme nuovi modi e possibilità.

Il 10 FEBBRAIO ALLE 15:30 SAREMO SOTTO LE MURA DEL CPR DI PONTE GALERIA PER CONTINUARE A LOTTARE CONTRO CARCERI E CARCERIERX E PER NON LASCIARE CHE BASTI UN MURO E POCHI KM PER FARCI DIMENTICARE LE DONNE RECLUSE.

Nemiche e nemici delle frontiere

Posted in General | Tagged | Comments Off on Domenica 10 Febbraio 2019 – PRESIDIO CONTRO IL C.P.R. – Ponte Galeria, Roma

17 dicembre, Giornata internazionale contro la violenza sulle persone sex worker

Diffondiamo dal blog di Ombre Rosse

https://ombrerosse.noblogs.org/

In questo giorno di lotta vogliamo denunciare le violenze che le/i sex workers subiscono in tutto il mondo. Una giornata importante nata nel 2003 in memoria delle vittime del Green River Killer a Seattle, Washington.

Una giornata internazionale per ricordare che lo stigma, la discriminazione e la criminalizzazione alimentano la violenza contro le lavoratrici e i lavoratori del sesso in tutto il mondo.

Per ricordare che come sex workers combattiamo lo stigma che nega le nostre esperienze e condona abusi e violenze. Per ricordare che ogni forma di criminalizzazione aumenta di oltre tre volte il rischio di violenza contro di noi (Vedi Amnesty International e molti altri studi accademici e non).

Per ricordare che le persone migranti vivono sui loro corpi una doppia discriminazione e criminalizzazione con deportazioni e retate imposte dal sistema repressivo della fortezza Europa.

Siamo contro ogni forma di sfruttamento, da quello dei papponi a quello legalizzabile dello Stato, contro ogni forma di abuso, sfruttamento, tratta e coercizione e ci batteremo affinché si ponga fine a ogni tipo di violenza e sfruttamento.

Criminalizzare la nostra attività o rafforzare, con multe e ordinanze, le leggi che controllano e reprimono del lavoro sessuale senza interpellarci e senza darci alternative concrete non farà che renderci più precarie, povere, ricattabili e sfruttabili soffocando le nostre soggettività e i nostri vissuti.

Sosteniamo la completa autodeterminazione degli individui, sia che riguardi il lavoro sessuale che la libertà di movimento.

Sogniamo che il nostro lavoro sia privo di abusi, sfruttamento e lavoro forzato.

Perché ci siano sempre più persone che possano sostenere la lotta per la decriminalizzazione, la solidarietà e per i diritti di tutte le sex worker – donne, cis e trans, buone e cattive, abili e disabili, di ogni nazionalità, classe sociale, età, religione ed etnia.

Ombre Rosse

 

Posted in General | Tagged , , , | Comments Off on 17 dicembre, Giornata internazionale contro la violenza sulle persone sex worker

INTERROTTA CONFERENZA IN SOLIDARIETà CON LE PRIGIONERX

riceviamo e diffondiamo

Mercoledì 28 novembre una quindicina di solidali ha scelto di interrompere l’incontro presso la biblioteca “Moby Dick” di Garbatella organizzato dal “Garante delle persone private della libertà”.

All’incontro dal titolo “Migrazioni e ospitalità” partecipavano il direttore della Caritas, una professoressa di filosofia teoretica e il direttore dell’ufficio nazionale antidiscrimazioni razziali. Dalle loro calde posizioni di potere pretendono di gestire, controllare, analizzare la vita all’interno delle galere, dei cpr, degli hotspot, nonché di tutto il sistema di accoglienza.

Questi luoghi e questo sistema sono irriformabili e hanno il solo scopo di privare della libertà e vanno distrutte. All’interno di queste strutture si muore, come è purtroppo accaduto l’11 novembre al CPR di Ponte Galeria, dove Natalia è deceduta ancor prima dell’arrivo dell’ambulanza, e della cui morte si è venuti a conoscenza solo diversi giorni dopo dalla voce delle sue compagne recluse.

Spesso queste storie sono messe sotto silenzio e solo dal contatto diretto con le donne imprigionate si viene a sapere dell’assenza di acqua calda da diversi giorni, delle vessazioni degli operatori sulle recluse, degli sputi alla richiesta di cibo e dei capelli tirati durante le perquisizioni. Si è deciso di urlare contro queste figure tutta la nostra rabbia e interrompere il loro squallido teatrino, un’inutile vetrina di finta accoglienza e ospitalità. Nel quartiere sono anche comparsi alcuni manifestini in varie lingue che parlano di quanto è accaduto e accade a Ponte Galeria e nelle altre prigioni.

Nella notte precedente uno striscione con su scritto “Di galera si muore ogni giorno. Natalia è morta nel CPR l’11 novembre. L’indifferenza è complicità” è apparso su via casilina.

Posted in General | Tagged | Comments Off on INTERROTTA CONFERENZA IN SOLIDARIETà CON LE PRIGIONERX

Presentazione del libro “L’emersione imprevista”

*Nella foto Mariasilvia Spolato, la prima lesbica visibile in Italia.

Domenica 16 dicembre venite a discutere con noi della nascita e storia del movimento lesbico in Italia!

Lo faremo a partire dal libro di Elena Biagini:

‘L’emersione imprevista. Il movimento delle lesbiche in Italia negli anni ’70 e ’80’.

Durante la presentazione troverete tè, tisane e biscotti!

Cagne Sciolte, via Ostiense 137/B
Metro B Garbatella, Bus 23, 769

Posted in General | Tagged , , , | Comments Off on Presentazione del libro “L’emersione imprevista”

CompleCagna Al Polo

È tempo di tirar fuori dagli armadi quella voluminosa ecopelliccia fuxia che occupa metà del tuo guardaroba! Tempo di riportare in auge quei cafonissimi paraorecchie che negli anni 80 ti facevano sentire la più alla moda del quartiere! È il momento buono per indossare quel maglione oversize con i fiocchi di neve senza sentirti osservat* da tutti!

Arriva il weekend più gelido dell’anno e stavolta, se la cagna non va alla montagna, è la montagna che va dalla cagna!

Il 14 Dicembre si festeggia il 5° compleanno delle Cagne Sciolte con una serata al Polo memorabile.

Probabile la presenza di Rihanna, Beyoncé e Britney, ma qualora dovessero darci buca all’ultimo momento, oltre fiumi di vin brulé, abbiamo preparato una serie di sorprese che scalderanno i nostri corpi e i nostri cuori.

Si comincia alle 19.
Greta Marzano porta in scena il fantasma di Valerie Solanas presentandoci il suo SCUMbox, una lettura a Juke Box tratta da SCUM Manifesto. Il maschio alfa ha le ore contate!

Alle 21 sarà il momento dell’alta cucina vegana. Ai fornelli una nutrita delegazione di chef d’eccezione delizieranno i nostri palati con una edizione straordinaria della trattoria “la puttanesca”. Masterchef ce spiccia casa!

Si continua alle 22 con lo spettacolo di Ninì, la sedicente artista incubo di ogni cabaret queer, in arrivo direttamente dalla terronia profonda accompagnata dal suono di zampogne.

E per finire un djset favoloso delle Britney’s bitches che ci accompagnerà fino a notte inoltrata.

Non mancate e non dimenticate il DRESS CODE della serata: PARTY AL POLO.

Noi ci mettiamo il freddo. Voi copriteve!!!

Posted in General | Tagged , , , , , , , | Comments Off on CompleCagna Al Polo

CE RODE ER CULO

Il 24 novembre ci troverete in Piazza della Repubbica per il corteo di Non Una Di Meno contro la violenza di genere, a urlare che ce rode er culo…e pure tanto! Se volete urlare con noi sapete dove trovarci!

Posted in General | Tagged | Comments Off on CE RODE ER CULO

#ThisIsNotConsent

Posted in General | Tagged | Comments Off on #ThisIsNotConsent

9 Settembre – Proiezione del documentario “26 de Diciembre”

Lo spazio delle Cagne Sciolte riapre a bomba con la proiezione del documentario auto-prodotto:

“26 de Diciembre” di Silvia Maggi, da un progetto di S. M. e S. R., Spagna 2017, 85′.

Versione originale in spagnolo con i sottotitoli in italiano ed inglese.

“26 de Diciembre” é il secondo documentario, parte in una piú ampia ricerca su modi e forme di organizzazione della cura tra persone delle comunitá LGBTQ*.

Con questo progetto abbiamo raccolto testimonianze delle persone che fanno parte della Fundación 26 de Diciembre, a Lavapiés, Madrid, a un anno dall’apertura del progetto diurno e l’avvio del progetto degli appartamenti condivisi.

Dissidenti sessuali durante il franchismo, stanno creando nel presente una comunitá di cura che vuole combattere l’isolamento della terza etá e dare risposta all’emergenza abitativa, e allo stesso tempo continuare a produrre la propria cultura della dissidenza politica e sessuale, allargando le reti di intimitá, cura e supporto reciroco, aprendole al quartiere e alla cittá.

Ore 18.30: proiezione del documentario e a seguire discussione con le autrici del documentario.

Ore 20.00: aperitivo musicale benefit per il collettivo “Ombre Rosse”.

@Cagne Sciolte, via Ostiense 137. Medro B Garbatella, Autobus 23, 679

Info sulla Fundación 26 de Diciembre: http://www.fundacion26d.org/

Info sul collettivo “Ombre Rosse”: https://www.facebook.com/collettivoOmbreRosse/?ref=br_rs

Posted in General | Tagged , , , , | Comments Off on 9 Settembre – Proiezione del documentario “26 de Diciembre”

Tutte insieme famo paura!

Riceviamo e con piacere diffondiamo.

“Domenica sera sul Lungotevere un gruppo di frocie, lelle, persone non binarie, femministe, ha attraversato la fiera estiva in cui è presente lo stand che ha rifiutato un lavoro a Valentina, comunicando con le lavoratrici e le persone presenti.”

A noi servono donne, non maschi mancati.

Richiesta bella presenza.

Requisiti di femminilità.

Ci sono molte persone confuse.

Molte/i di noi hanno letto queste affermazioni pronunciate da un datore di lavoro verso una potenziale dipendente di uno stand di questa fiera.
Queste affermazioni in realtà sono all’ordine del giorno negli annunci di lavoro.

Una ragazza può vestirsi come vuole: con la minigonna senza essere chiamata “troia”, con un taglio di capelli corto senza essere chiamata “maschio mancato”.
Una ragazza può essere lesbica ed esprimere la propria identità come meglio crede.
Un ragazzo adolescente può indossare una camicia a fiori senza essere aggredito e picchiato come è successo a R. qualche giorno fa.

Oppure no?

Facciamo lavori di merda, sottopagati, dobbiamo sorridere ed essere disponibili, spesso i datori di lavoro allungano pure le mani o, come nel caso di Valentina, si permettono di giudicare l’identità e l’espressione di genere delle persone.

Il risultato è che lesbiche, gay, persone trans possono limitarsi a lavorare nei ghetti con quelli come loro, le ragazze non troppo “di bella presenza” possono lavorare solo nascoste al pubblico, le ragazze carine vengono invece esposte come pezzi di carne ad apprezzamenti non richiesti. E se qualcuna individualmente prova a lamentarsi viene licenziata, punita, e difficilmente troverà di nuovo lavoro se viene marchiata come una che alza la testa.

Quanto ancora siamo disposte a sopportare?

Tutte insieme famo paura!

Per contattarsi: maipiusfruttate@anche.no

Posted in General | Tagged , | Comments Off on Tutte insieme famo paura!

SOLIDARIETA’ CON L* COMPAGN* TFQ CHE HANNO SUBITO REPRESSIONE DURANTE I PRIDE

Esprimiamo solidarità con l* compagn* frocie, transfemministe, queer che durante i Pride di Sabato 16 Giugno hanno subito varie forme di repressione a Siena, Torino e Siracusa da parte di polizia e organizzatori dei cortei.

In queste città i contenuti critici verso il governo, verso il pinkwashing delle aziende che fanno dei nostri corpi un brand, la lotta alle forme di omonormatività sono state duramente censurate con rimozione degli striscioni, tentativi di impedire l’ingresso di alcun* al corteo, sequestro di volantini. Fa rabbia soprattutto notare che la polizia abbia agito in questo senso con la solerte complicità dei comitati organizzatori, più intenti a tutelare un’immagine delle parate rispettosa del senso comune che a solidarizzare con coloro cui veniva impedito di manifestare liberamente.

In un momento storico in cui assistiamo a un crescendo di violenze, istituzionali e non, ai danni delle persone migranti, a un intensificarsi delle prese di posizione omotransfobiche e sessiste da parte di esponenti delle istituzioni, a uno schiacciamento del movimento LGBTQI+ su posizioni familiste e normalizzanti, a una colonizzazione massiccia degli spazi e degli immaginari froci da parte delle industrie del businness arcobaleno rivendichiamo e rilanciamo il nostro posizionamento transfemminista, queer, antirazzista, contro le frontere esterne ed interne e anticapitalista.

Rifiutiamo quella logica che vuole che i Pride diventino luoghi di solidarietà strumentale che ci viene offerta da istituzioni.
Oggi più che mai vogliamo costruire Pride e altri momenti che siano autentici luoghi di lotta, di autorganizzazione e di autodeterminazione.

 

Posted in General | Tagged , , | Comments Off on SOLIDARIETA’ CON L* COMPAGN* TFQ CHE HANNO SUBITO REPRESSIONE DURANTE I PRIDE