ASSOLUZIONE PER HIGUI!

Assoluzione per Higui, solidarietà transfemminista senza frontiere!

Roma, 10 febbraio un gruppo di compagn* con maschere e palloni si è incontrato davanti all’ambasciata dell’Argentina per rispondere alla chiamata delle compás a fare azioni nella settimana che stava iniziando.

Sosteniamo la nostra compagna sotto processo per essersi difesa da uno stupro correttivo.

Non fu omicidio, fu autodifesa! Higui libera!!

#yotambiénmedefenderíacomoHigui
#AbsoluciónParaHigui
#AHiguiLaAbsolvemosEntreTodes


Higui è una compagna lesbica che è stata incarcerata per essersi difesa da uno stupro correttivo. Il 16 Ottobre del 2016 fu aggredita brutalmente dagli stessi soggetti del quartiereche l’avevano perseguitata e molestata costantemente per il fatto di essere lesbica. L’hanno molestata, hanno minacciato i suoi familiari fino al punto di dare fuoco alla sua casa. Quei giorno la assalirono in gruppo, la picchiarono, la presero a calci, la ferirono e tentarono di violentarla, e quando lei, in un gesto di legittima difesa, è riuscita a frenare  l’individuo che stava tentando di stuprarla, fu colpita dagli altri fino a perdere i sensi. In tali condizioni fu trasportata al commissariato dove fu aggredita fisicamente e verbalmente dalla polizia e fu obbligata a rilasciare una dichiarazione senza prima essere assistita e visitata da unx medicx e senza la presenza di unx avvocatx. Addirittura occultarono prove che oggi ostacolano la sua difesa.

Non fu omicidio, fu autodifesa.

Oggi Higui è libera grazie all’organizzazione e mobilitazione di tanti settori politici e sociali: il movimento femminista, il collettivo LGTBINB+, organizzazioni per i diritti umani e sociali, associazioni indipendenti, attivistx autoconvocatx e partiti politici. Tuttavia, la battaglia non termina. Higui è ancora sotto processo ed è ancora in gioco la sua libertà. Le date stabilite per le udienze sono il 17, 18, 19, 20 Febbraio 2020, al Tribunale n°7 di Buenos Aires (Argentina). La giustizia misogina, lesbofoba e classista cerca di condannarla per omicidio, senza tenere conto della legittima difesa messa in atto per salvaguardare la propria integrità fisica e la propria vita.

Il caso di Higui non è un fatto isolato, ma l’espressione della cruda realtà che viviamo noi donne cis, noi persone trans, lesbiche, froce e povere, violentate e criminalizzate ogni giorno nell’intento di normarci e correggerci e, se lo considerano necessario, eliminarci. Per questo il caso di Higui assume rilevanza come precedente per i casi di legittima difesa di fronte ad atti omolesbotransfobici.

Convochiamo tuttx ad unirsi alla campagna!!

Il 10 Febbraio (a una settimana dall’udienza all’ambasciata argentina!

Invitiamo a promuovere azioni in tutti i territori!

Sempre ci sarà una risposta di fronte alle aggressioni dell’eteropatriarcato!

Viva l’autodifesa femminista di donne, lesbiche, trans, travestitx, froce e intersessuali

CAMPAGNA SENZA FRONTIERA PER L’ASSOLUZIONE DI HIGUI


testo originale:

 

Posted in General | Tagged , , , , , , | Comments Off on ASSOLUZIONE PER HIGUI!

E’ nata La Vampa!

C’è una nuova occupazione femminista e lesbica a Napoli!

E’ nata la Casa femminista occupata La Vampa!!

Solidarietà alle compagne!

E volentieri rigiriamo il comuniato delle compagne:

La notte di Sant’Antonio s’incendia la città. E’ il momento di bruciare il vecchio per fare spazio al nuovo: spazio a una casa femminista di donne, lesbiche, negre, precarie, antirazziste, dissidenti.

Sentite l’aria elettrica?

Imporporatevi la punta del naso, allacciate le cinture contro la sicurezza, liberate le babysitter, mettete lo smalto e affilate gli artigli: inizia la lotta, è l’assalto al patriarcato!

Avevamo bisogno di uno spazio. Abbiamo provato con una poltrona, ma non ci entravamo tutte amiche, allora abbiamo buttato la poltrona e chi ci stava sopra. Non ci basta un divano, neanche un lettino, nemmeno una stanzetta. Alcuni ci pensavano rinchiuse in uno sgabuzzino o a friggere in cucina, ma noi strabordiamo e ci prendiamo tutto!

Riempiamo uno spazio che era rimasto vuoto e ci prendiamo una casa per vivere, per una vita libera insieme: libera dalla violenza maschile sui nostri corpi e dalla violenza economia e sociale che colpisce chi come noi lotta per abitare in questa cittò senza essere ricco nè turista di passaggio.

La nostra autodifesa sta nell’organizzarci insieme, nell’immaginare e costruire un presente di libertà, complicità e bellezza. Vogliamo praticare nuove forme di vita e relazioni di affetto, intimità e cura, condividere saperi, coltivare cavoli e limoni e bere caffè con le vicine.

La nostra casa è senza frontiere. Dai divani alla cunina vogliamo costruire resistenza, fare eco ai cori che si levano in ogni angolo del mondo. Camminiamo strette alle nostre compagne e alle ribelli di ogni dove, dal Rojava a Materdei passando per le Ande.

Abbiamo perso la paura, siamo rabbia e forza, potenza e dissidenza. Rompiamo il silenzio, boicottiamo l’affitto, spargiamo glitter dove c’era polvere.

Ci volevate angeli del focolare, noi siamo la vampata che dirompe dalle mura domestiche.

Siamo un lapillo che appiccia altre dieci, cento, mille occupazioni femministe.

Con fuoco e amore,

Alla vampa!

Posted in General | Tagged , , , , , | Comments Off on E’ nata La Vampa!

Martedì 31 dicembre 2019 – ore 10 – Presidio al Carcere di Rebibbia

Rilanciamo l’appuntamento a passare il capodanno con le persone private della libertà!

Il 31 dicembre 2019 saremo sotto Rebibbia per dire che non accettiamo la divisione che quelle mura vogliono imporci, per parlare con chi è dentro e per festeggiare insieme a chi è reclusa l’arrivo di un 2020 che vogliamo senza più galere.

L’appuntamento è alle 10.00 a via Bartolo Longo, dove manterremo un banchetto e mangeremo qualcosa insieme. Da lì partiremo in corteo per andare al pratone del femminile e dare il nostro saluto a chi passerà il capodanno in carcere.

http://www.ondarossa.info/iniziative/2019/12/presidio-anticarcerario-sotto-rebibbia

Posted in General | Tagged , , , | Comments Off on Martedì 31 dicembre 2019 – ore 10 – Presidio al Carcere di Rebibbia

14 dicembre 2019- Complecagna benefit Ci riguarda tutte- Cagna ci fai o ci 666?

COMPLECAGNA E PRESABBENEFIT #CIRIGUARDATUTTE

Sabato 14 dicembre le Cagne Sciolte sono liete di invitarvi al gran fieston per il sesto anno di occupazione, stiamo preparando per voi una serata total cringe!

  • dalle ore 20 ci delizieremo con una CENA VEGAN a cura della rete #CiRiguardaTutte e GRANDE SCAMBIONE DI FIGURINE dell’album Stones against walls

A distanza di mesi ancora cerchi Angela Davis? La tua coinquilina ha finito l’album ad agosto e tiene i doppioni sul frigo? 

Porta il tuo doppione, fomenta lo scambione!

  • dalle ore 21 super Contest KARABARET 

siete tuttu invitatu a preparare il vostro pezzo forte e mettere in gara la vostra migliore PLAY PERFORMANCE:

scegli il\la\lu\li\le tuoi artiste del corazon e performali in una scatenata imitazione in lip sync (ovvio,vogliamo anche l’outfit!).

è tutta la vita che ti identifichi con BabySpice? pensi che Freddy Mercury te spiccia casa?

Non invidiare Ariana Grande, essilo!

*la performance verrà votata/stellinata/ da tutte le persone presenti che decideranno chi sarà stat abbastanza coraggios da meritare il SUPER PREMIO LIMITED EDITION NUMERATA che stiamo preparando per voi!

*se vuoi performare nel contest, mandaci un messaggio privato su fb o scrivici una mail a cagnesciolte@bastardi.net comunicandoci che artista e che canzone performerai da solista o in gruppo!!  Poi vieni a beccarci allo Spazio il giorno stesso alle 19 per preparare insieme la scaletta.

A SEGUIRE FANTASTICA PREMIAZIONE E SORPRESONA TRANSFEMMINISTA

  • alle 00.00 brindisi quasi come fosse capodanno e inizio del KARAOKE! La categoría è… CAGNA MALEDETTA EDITION

il karaoke in perfetto stile cagna a cui non sappiamo rinunciare!

—-

durante tutta la serata banchetti di fanzine – magliette – album&figurine – autoproduzioni

Tutta la serata sarà benefit per la rete #ciriguardatutte a sostegno delle compagne condannate nel processo dell’Aquila.

info: ciriguardatutte.noblogs.org

Un processo alla solidarietà femminista contro tre compagne che erano parte della rete che ha sostenuto Rosa, ragazza stuprata a L’Aquila nel 2012 dal militare Francesco Tuccia, nel corso del durissimo processo che ha dovuto affrontare.
Le tre compagne sono state denunciate per diffamazione da Antonio Valentini, avvocato dello stupratore, e condannate in primo grado nel luglio 2019.
Una condanna che vuole essere un monito contro tutte quelle che osano nominare la violenza maschile, additare gli stupratori e i loro avvocati, e impedire che questi soggetti mettano piede nelle case delle donne.

Un processo che ci riguarda tutte.

Posted in General | Tagged , , , , , , , , , , , | Comments Off on 14 dicembre 2019- Complecagna benefit Ci riguarda tutte- Cagna ci fai o ci 666?

Appuntamenti di Novembre!!

Eccovi una lista di importanti appuntamenti per la settimana!

Consapevoli che alcuni saranno in contamporanea, speriamo di essere numeros* a tutti!

Appuntamenti contro le frontiere!!

  • PEDALATA CONTRO OGNI FRONTIERA! Porta la tua bicicletta, monociclo o mezzo su ruote:

Venerdí 22 novembre ore 19.30 @ piazzale del Verano.

  • PRESIDIO CONTRO IL CPR DI PONTE GALERIA:

Sabato 23 novembre ore 11.00 @ fermata Fiera di Roma (treno Fara Sabina/Orte – Fiumicino Aeroporto).

 

Appuntamenti transfemministi tra TDoR, NUDM e Ci riguarda tutte!!

  • CONVEGNO “50 di Stonewall. 20 anni di Tdor. Le persone trans prendono la parola”:

Venerdí 22 novembre ore 15.00 @ Presso Chiesa Evangelica Metodista, via Firenze 38 – Roma (Metro A Repubblica).

https://www.facebook.com/events/484584398825738/

  • TRANS FREEDOM MARCH:

Venerdí 22 novembre ore 19.00 @ Piazza Madonna di Loreto (Piazza Venezia).

https://www.facebook.com/events/2489577384440846/

  • ASSEMBLEA NAZIONALE delle soggettività Trans, Non binarie e Intersex:

Sabato 23 novembre ore 10.00 @ Presso Circolo di Cultura Omosessuale “Mario Mieli”, via Efeso 2/a – Roma (Metro B San Paolo).

  • Siamo Rivolta! MANIFESTAZIONE NAZIONALE di Non Una Di Meno contro la Violenza Maschile e di Genere:

Sabato 23 novembre ore 14:00 @ Piazza della Repubblica.

  • ASSEMBLEA NAZIONALE di Non Una Di Meno:

Domenica 24 novembre ore 10.00 @ Nuovo Cinema Palazzo, piazza dei Sanniti 9a.

https://nonunadimeno.wordpress.com/

Posted in General | Tagged , , , , , , , , , , , | Comments Off on Appuntamenti di Novembre!!

Venerdi 25/10/19- Iniziativa in solidarietà con la resistenza curda

Venerdi 25 ottobre ore 18,30

Sosteniamo la resistenza curda nel nord-est della Siria contro la guerra fascista di Erdogan

-aperitivo a sostegno della resistenza

-aggiornamenti dal confine turco-siriano:

con Silan Ekinci – Uiki Onlus
Simonetta Crisci – Rete Kurdistan

-proiezioni dei cortometraggi Distant e Fazzoletto Rosso della regista curda Leyla Toprak.

@ Cagne Sciolte, via Ostiense 137 b/ Metro B Garbatella, Bus: 23, 792, 769.

Verso il corteo nazionale, contro la guerra, con il Rojava, di venerdí 1 Novembre ore 14.00 a Roma

Qui l’appello per uno spezzone di donne: https://retejin.org/appello-per-uno-spezzone-di-donne-al-corteo-del-1-novembre-a-roma/

Posted in General | Tagged , , , , , , , | Comments Off on Venerdi 25/10/19- Iniziativa in solidarietà con la resistenza curda

Riparte il corso di pole dance!

SCOSCIATE E SCOSCIATU DELLE GALASSIE INTERPLANETARIE

Vogliamo strappare via al patriarcato il monopolio sulla nostra immagine individuale.
Vogliamo allenarci, muoverci, ballare, guardarci fieru allo specchio.

Per questo le cagne hanno appena finito di ricaricare la magnesite, di montare le luci, di tirare a nuovo il palco e lucidare i pali!

Il workshop base di Pole Dance riapre i battenti mercoledì 23 ottobre!

Ci vediamo allo spazio delle Cagne Sciolte alle ore 17:30, via Ostiense 137

Consigliati shorts elastici e maglietta, acqua e un asciugamano, ma tu vieni come ti senti comodu.

Posted in General | Tagged , | Comments Off on Riparte il corso di pole dance!

Lucha y Siesta non si tocca!

Domenica 15 settembre 2019 invitiamo tutt* a stare attent* a cosa succede in città e di essere pront* a portare la propria solidarietà alla Casa delle donne ‘Lucha y Siesta’.

Per quel giorno è previsto, secondo una lettera del Tribunale fallimentare di Roma su sollecitazione del Comune di Roma e Atac, il distacco delle utenze (acqua e luce) ai danni dello stabile che da 11 anni ospita Lucha y Siesta, propedeutico a un imminente sgombero.

Lucha y Siesta, per chi non sapesse di cosa parliamo, è un centro per le donne che hanno deciso di intraprendere un percorso di fuoriuscita e autonomia dalla violenza di genere occupato l’8 marzo del 2008. E’ uno spazio gestito da compagne femministe che a titolo volontario offrono supporto psicologico, legale e posti letto ( il 60% di quelli disponibili in tutta roma) per le donne sopravvissute.

A prescindere da questo, che qualcuno potrebbe banalmente definire un ‘servizio’, Lucha y Siesta è un luogo di aggregazione, di confronto, di socialità, di scambio, di empowerment per le donne. E’ un luogo fatto di persone, sorelle, che attraverso la pratica femminista non si limitano a coprire le mancanze del pubblico nel campo del supporto alla fuoriuscita dalla violenza: è un luogo in cui si lotta attivamente contro la violenza sulle donne in ogni forma possibile.

E’ un luogo di autorganizzazione dove prendono spazio quelle pratiche e quelle volontà di cambiare questa società schifosamente classista, razzista e patriarcale, dedicando a questa Lucha il tempo materiale della propria vita, ben oltre i post sui social e l’indignazione momentanea ogni volta che veniamo a sapere dai giornali che qualche donna è stata uccisa, che c’è stato un altro femminicidio.

A Lucha y Siesta non si mettono solo le toppe aiutando le donne che subiscono o che potrebbero subìre violenza, aiutandole a sottrarsi alla sofferenza della violenza domestica o a riprendere in mano la propria vita. A Lucha y Siesta si immagina e si prova a costruire un mondo libero da violenza e patriarcato, dove tutt* saremo più liber*. Per questo saremo a fianco di Lucha y Siesta provando a impedire che questa esperienza finisca.

Invitiamo tutt* voi, persone di ogni genere, provenienza e foggia, voi unicorni apolidi che ci seguite, a supportare questa esperienza nelle varie forme che saranno messe in campo, a partire da una presenza fisica e materiale.

Vi invitiamo a seguire Lucha y Siesta attraverso i loro canali per restare aggiornat* e sapere come appoggiarne la resistenza.

    sito: https://luchaysiesta.wordpress.com

    fb: https://www.facebook.com/lucha.ysiesta/

    tw: https://twitter.com/@luchaysiesta

Posted in General | Tagged , , , , , | Comments Off on Lucha y Siesta non si tocca!

Per il giudice dell’Aquila è diffamazione. Per noi è solidarietà femminista

Il 5 luglio 2019 all’Aquila un giudice Giuseppe Romano Garganella ha condannato la solidarietà femminista. Ma il processo ha dimostrato che la solidarietà tra donne è arma potente contro la violenza sessista che ancora attraversa le aule dei tribunali.

Questa una breve ricostruzione dei fatti: a oltre due anni dall’inizio del processo, il Tribunale dell’Aquila ha condannato in primo grado tre attiviste accusate di diffamazione aggravata da Antonio Valentini, difensore dell’ex militare Francesco Tuccia, condannato in via definitiva per violenza sessuale su una studente universitaria di 20 anni, ridotta in fin di vita e abbandonata al gelo dopo lo stupro avvenuto nel piazzale di una discoteca di Pizzoli.

Durante il processo, le tre attiviste, sostenute da un’ampia rete femminista, da avvocate ed esperte di diritto, hanno dimostrato come il processo per lo stupro commesso da Tuccia, abbia esposto la giovane vittima a nuove umiliazioni e traumi, proprio dallo stesso Valentini. Con rabbia, pazienza e tenacia, questa rete di solidarietà ha trasformato il processo in occasione per mettere a nudo come i tribunali riproducano la violenza sessista sulle donne. Ha inoltre impedito che lo stesso avvocato Valentini potesse varcare la porta della Casa Internazionale delle donne dove era stato invitato per un convegno dall’associazione Ilaria Rambaldi Onlus.

Durante i processi per violenza, ancora oggi in Italia le donne si trasformano in imputate e messe sotto accusa per la loro condotta sessuale, per gli abiti che indossano e per presunti comportamenti trasgressivi. Questo accade nonostante una norma introdotta nel 1996, in seguito alla pressione dei movimenti delle donne, vieti in modo esplicito di porre domande riguardanti la sfera intima.

Ma la condanna delle tre attiviste dimostra che i tribunali sono anche luogo dove si mette sotto processo la solidarietà tra donne e si scambia per diffamazione il diritto di criticare prassi e procedure che puniscono le donne.

Il 5 luglio, nonostante la pm Ilaria Prezzo avesse derubricato l’accusa di diffamazione aggravata in semplice e chiesto il minimo della pena, il giudice Romano Gargarella ha stabilito una pena di 1000 euro di multa per ognuna delle tre attiviste, oltre a 2000 come cifra provvisoria del risarcimento, la cui entità si determinerà in sede civile. L’avvocata di Antonio Valentini, Marzia Lombardo, ha dichiarato che il risarcimento sarà devoluto a Telefono Rosa. Siamo certe che questa offerta verrà rifiutata.

Questa condanna non è giustizia, ma un tentativo di restaurazione patriarcale.

Dentro e fuori i tribunali, le femministe continuano a lottare per farla finita con ogni forma di violenza contro le donne. Con la violenza di chi stupra, quella di chi trasforma le vittime in imputate e vuole punire la solidarietà. Perché questa condanna riguarda tutte.

Se toccano una toccano tutte!

Per sostenere le compagne e per stare insieme, ci vediamo:

Giovedi 18 luglio, dal tramonto fino alle 22

@ CSOA Forte Prenestino

APERITIVO DI RESISTENZA SOLIDALE
con la reina della cumbia in consolle Marta Shebop Zoli

per ulteriori aggiormenti:

https://www.ondarossa.info/newsredazione/2019/07/concluso-condanna-primo-grado-del

Posted in General | Comments Off on Per il giudice dell’Aquila è diffamazione. Per noi è solidarietà femminista

28-29 Giugno 2019: La locanda delle frocie/ 50 anni dai moti di Stonewall!

Per i 50 dai moti di Stonewall vieni alla locanda delle frocie!

Due giorni di riflessione, azione e favolosità

Nella locanda troverai..

Venerdì 28 giugno 2019:

-ore 18.00: presentazione del libro Genealogie queer. Teorie critiche delle identità sessuali e di genere e discussione con l’autrice Federica Valentini
-ore 20.00: laboratorio di preparazione all’uscita, come e perché riprendersi le strade
-ore 22.00: usciamo in strada tuttu insieme, passeggiata e karaoke itinerante!

Sabato 29 giugno 2019:

-ore 16.00: continuiamo l’autoinchiesta della consultoria su corpi, salute e generi.
-ore 18.00: proiezione del documentario Bixa travesty diretto da Claudia Priscilla e Kiko Goifman
-ore 21.00: cena
-ore 22.00: Cabaret e presentazione dell’album di figurine di Stonewall!
-ore 23.00: dj set a cura di Britney Bitches e Share_Trasfeminist_Vibes

Durante le giornate troverai gli album di figurine di Stonewall e l’angolo scambione dei doppioni.

Cagne Sciolte, via Ostiense 137/B
Metro B Garbatella, Bus 23, 769

Posted in General | Tagged , , , , , , , , | Comments Off on 28-29 Giugno 2019: La locanda delle frocie/ 50 anni dai moti di Stonewall!